skip to Main Content

Camera da letto: quale colore scegliere per le pareti?

Luogo di riposo, ma anche di semplice relax o di meditazione. Quando si pensa alla camera da letto si pensa a un luogo intimo, che deve trasmettere serenità.

camera da letto - colori parete

Per questo la scelta dei colori per le pareti è essenziale.  Un piccolo errore di valutazione nelle cromie e le sensazioni suscitate potrebbero essere più che negative. La prima cosa da sapere quando si pensa a dipingere le pareti della camera da letto è che i colori accesi sono da scartare.

Per quanto originale, provocante o fuori dagli schemi possa essere una camera da letto rosso vivo, verde limone o gialla, a farne le spese sarebbe proprio il riposo.

I colori accesi, infatti, sono energici e, in base alla cromoterapia, possono stimolare il sistema nervoso e fare da vere e proprie spinte alla concentrazione e alla veglia: proprietà che vanno in netto disaccordo con la funzione principale della camera da letto, che è quella di conciliare il sonno.

Questo vale anche per le camerette dei bambini. Nel loro caso, però, è possibile usare una sola parte di colore acceso, magari quella dove si trovano la scrivania o i giochi, dunque destinata a scopi che non abbiano niente a che fare con il dolce dormire.

Per andare sul sicuro, camere da letto e camerette devono invece giocare su colori tenui e riposanti. In primis è bene optare per texture opache e non rifrangenti. Poi, in base alla luminosità della stanza, è possibile giocare su toni del grigio, dell’avorio, del tortora o del blu.

Chiaramente, non bisogna fare neanche l’errore di scegliere colori troppo scuri, che renderebbero l’ambiente ostile e poco accogliente. Meglio, invece, mixare toni scuri e toni chiari per dare profondità.

Infine, dopo aver scelto i colori giusti, si può non rinunciare a tocchi di originalità: basta giocare con elementi che spezzino senza però creare un ambiente troppo caotico.

Back To Top